Sentieri invisibili

Ci sono le grandi montagne che tutti conoscono, quelle cosiddette minori meno battute e per ultime quelle sfigate così poco frequentate da non avere neanche un sentiero decente per salirvi e scendere. Il T* è una di queste, cimetta tondeggiante poco appariscente che d’inverno offre una bella discesa sul facile crinale sud, mi ha sempre attirato l’idea di rifarla d’estate con la bike, magari pensavo una qualche minima traccia non segnata sulla Tabacco la si poteva trovare ma non è così. Salgo alla forcella I*. e proseguo bici a mano su vecchie tracce di passaggio fino alla sommità di questa bella piramide erbosa con minuscolo crocifisso in legno spezzato, prova inequivocabile della scarsa frequentazione del posto. Quella delle croci sulle cime è una cosa che non comprenderò mai, fatto sta che arrivati lassù di sentierini che scendano l’ampio crinale sud neanche l’ombra, d’altra parte le pendenze sono tranquille, il fondo non è un vero prato all’inglese ma con le gommazze della fat sull’erba secca piegata è facile, di sicuro non si corre ma divertente lo è e nessun danno alla vegetazione.

Lo so, uscire dalle tracce con la bici non sarebbe etico, ma in questo caso “it’s a good thing”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.